Muscat

La capitale dell’Oman incanta i visitatori come nessun’altra città del Golfo saprà mai fare. Muscat, Mutrah e Ruwi sono i quartieri centrali: sarà molto piacevole passeggiare nelle vie di Muscat, la vecchia zona del porto con la sede del palazzo principale del sultano e le antiche mura; Mutrah, situato a 3 km a nord-ovest di Muscat, è il più importante quartiere commerciale e residenziale della zona del porto, mentre a pochi chilometri nell’entroterra si trova Ruwi, la moderna area commerciale. A Muscat sorgono tre forti, tutti costruiti nelle forme attuali intorno al 1580 durante l’occupazione portoghese della città. Il Mutrah Fort si eleva su un colle mentre quelli di Jalali e Mirani svolgono il ruolo di sentinella all’ingresso di Muscat. Tutti i forti sono tuttora utilizzati dalla polizia e sono quindi chiusi al pubblico, ma si possono comunque fotografare. Muscat vanta il più bell’acquario del Golfo: tutte le specie in mostra sono originarie delle acque di questi mari e la maggior parte è illustrata da accurate didascalie in inglese. L’Oman Museum, situato in Medinat Qaboos a ovest di Muscat, illustra gli eventi dei cinquemila anni di storia del paese ed espone anche vari documenti sui cantieri navali, l’Islam e l’architettura dei forti. A Ruwi, il National Museum vanta un vasto repertorio di argenterie, mentre il Sultan’s Armed Force Museum (dedicato alle milizie del sultano e sistemato nel forte di BAit al-Falaj) illustra in maniera eccellente le principali vicende storiche del paese. A Mutrah si può trascorrere piacevolmente un’intera giornata, partendo di buon’ora per la visita al mercato del pesce e dirigendosi poi verso il suk per una tazza di tè e una passeggiata nel bazar più interessante dell’Arabia. A est, una torre di guardia restaurata offre un bel panorama sul quartiere: la scalinata è ripida ed è composta da più di cento gradini, ma la vista che si gode dalla cima vale decisamente la fatica.